Traghetti Sardegna: Go in Sardinia pronta a raddoppiare i Passeggeri trasportati

Scritto da: -

Il primo anno della GoInSardinia, la compagnia di navigazione low cost nata grazie alla volontà degli imprenditori turistici del nord est della Sardegna è stata un successo. Per il 2014 previsto un nuovo traghetto, si punta a raddoppiare i passeggeri

go-in-sardinia-2014.jpg

Traghetti Sardegna: Il primo anno è stato un successo per la Go in Sardinia, malgrado le difficoltà del doversi organizzare in tempi rapidi, malgrado gli iniziali problemi burocratici, malgrado il traghetto Kriti sia andato in panne a inizio settembre costringendo a riprenotare i propri clienti sulle navi della concorrenza. Eppure il bilancio è stato più che lusinghiero, 115 mila passeggeri trasportati bilancio in pareggio nonostante i prezzi low cost, assai più bassi rispetto alla concorrenza delle compagnie di navigazione tradizionali.

E’ questo il bilancio de successo di Go in Sardinia, il traghetto voluto dagli imprenditori turistici della Gallura per andare a prendersi direttamente i turisti nella penisola. Si sono auto definiti “i difensori della libertà dei mari” perché “dopo due anni di caro traghetti, prendendo coscienza della nostra condizione, abbiamo scelto di non arrenderci per non soccombere a causa del Cartello impostoci e di reagire noleggiando una nave per l’estate 2013“.

Ebbene la Go in Sardinia navigherà anche nel 2014 e punta - facendo tesoro dell’esperienza maturata quest’anno - a raddoppiare il numero di passeggeri trasportati, sulle stesse due rotte (da Olbia a Civitavecchia/Livorno, tutta la settimana ma a giorni alterni), prima di tutto cambiando traghetto, con una nave che possa trasportare da 1600 a 2 mila turisti. E i prezzi saranno tra il 20% e il 40% più bassi rispetto a quelli della concorrenza, anche perché i soci (passati da gli iniziali 50 agli attuali 100, ma si punta ai 300 per fine anno) non sono interessati ad un profitto, ma solo a trasportare sempre più turisti verso le strutture ricettive dell’isola. 

Non solo, come ha dichiarato a La Nuova Sardegna il presidente Gian Paolo Scano: “Per il 2014 prepariamo anche un altro servizio. Siamo in trattativa con una grande compagnia di navigazione per acquistare alcuni pacchetti di biglietti. In questo modo garantiremo i collegamenti con tutti i porti della Sardegna. Non solo Olbia, ma anche Porto Torres, Arbatax e Cagliari“. Si era parlato anche della possibilità di un traghetto su Porto Torres, ma il progetto è assai complesso, occorrerebbe infatti raggiungere almeno i 500 soci, come da dichiarazioni dello stesso Scano raccolte da SassariNotizie.com.

Ad ogni modo si tratta una boccata di ossigeno per i tanti appassionati della nostra isola che - ormai orfani della Flotta Sarda - volessero ancora fare una vacanza in Sardegna viaggiando a tariffe ragionevoli. Vi terrò aggiornati, intanto però vi chiedo se avete già viaggiato la scorsa estate con la Go in Sardinia e come vi siete trovati.

Segui questo blog anche su FacebookTwitter e Google+!

LINKS UTILI:

Go in Sardinia: Sito ufficiale

Go in Sardinia su Facebook

GoInSardinia pronta per la battaglia navale

Go In Sardinia rilancia per il 2014: Nuove rotte e accordi con armatori

Vota l'articolo:
2.43 su 5.00 basato su 7 voti.