Stele Shardana scoperta a Villagrande Strisaili? Più antica di quella di Nora!

Scritto da: -

Trovata una stele più antica di quella di Nora e appartenente a Shardana o Filistei presso il sito archeologico di S'Arcu 'e Is Forros in territorio di Villagrande Strisaili in Ogliastra. Scopri tutto adesso!

S-Arcu-e-Is-Forros-villagrande-strisaili.JPG

Il complesso nuragico di S’Arcu ‘e Is Forros in territorio di Villagrande Strisaili in Ogliastra è risultato essere particolarmente interessante alla luce della scoperta di un altare nuragico praticamente intatto e soprattutto pare una stele più antica di quella di Nora appartenente agli Shardana o ai Filistei, entrambi popoli del mare, non si sa nulla di più.

La scoperta sarà presentata presso la prestigiosa Accademia dei Lincei attraverso una conferenza dal titolo “S’arcu de is forros: il più importante centro metallurgico della Sardegna antica“. Fin qui niente di strano, se non fosse che l’intero reperto (ovvero tutto quello che compare nella foto sopra, presa dal sito del Comune di Villagrande Strisaili, il fatto fu denunciato per primo da Leonardo Melis) è stato asportato dalla sua sede per essere conservato nei magazzini di un qualche museo archeologico, per meglio conservarlo senz’altro, ma anche col rischio di fare la fine dei Giganti di Monti Prama, dimenticati per decenni. 

Inoltre colpisce molto la lettera aperta che Giuseppe Loi, Sindaco di Villagrande Strisaili ha voluto pubblicare sul sito del comune, lamentando di essere stati in pratica tagliati fuori come comunità dalle scoperte effettuate e delle loro implicazioni storico archeologiche. Per non dire dell’impossibilità di valorizzare come si deve un sito archeologico che si deduce essere importantissimo ma che si è visto privato della sua parte più importante.

Prima di lasciarvi alle parole del sindaco, alle quali mi aspetto una risposta al più presto, possiamo ragionare sul fatto che la ricerca archeologica e il mondo dei beni culturali vada perlomeno ripensato, meno atti unilaterali, meno “espropriazioni” e maggiore condivisione e compartecipazione nelle scelte con le comunità locali, che meritano più fiducia e più mezzi, anche finanziari: 

Apprendo che nei prossimi giorni si terrà nella prestigiosa cornice dell’Accademia dei Lincei una Conferenza dal titolo “S’arcu de is forros: il più importante centro metallurgico della Sardegna antica”. La Conferenza sarà tenuta dalla dott.ssa M. A. Fadda, funzionario della Soprintendenza archeologica delle province di Sassari e Nuoro, oggi in pensione, che ha seguito gli scavi, in corso da molti anni, nella località del territorio di Villagrande Srisaili.

Nel corso della Conferenza è annunciata una comunicazione da parte del prof. Giovanni Garbini su un’iscrizione venuta in luce nel corso degli scavi e che parrebbe più antica della celebre stele di Nora. Si annuncia infatti che la stele apparterrebbe ai popoli del mare (Filistei o Shardana). 

Come cittadino e come sindaco della comunità di Villagrande Strisaili sono particolarmente felice che i manufatti venuti in luce nel nostro territorio siano così rilevanti nella storia della Sardegna antica ed in quella del Mediterraneo e del Vicino Oriente tanto da essere all’attenzione in uno dei luoghi più eminenti della cultura italiana.Avremo tuttavia gradito essere informati e partecipare, a nome della comunità, e soprattutto essere informati su quanto gli scavi effettuati con finanziamenti regionali, attraverso il Comune, stanno restituendo.

La comunità di Villagrande, infatti, a tutt’oggi non è informata di quanto gli scavi di S’arcu de is forros hanno restituito ed i reperti sono in qualche magazzeno del Museo di Nuoro. Pare ripetersi la vicenda del giganti di mont’e Prama di Cabras. Non si ricorda nessun coinvolgimento informativo o illustrazione sui reperti di S’arcu de is forros che tanta importanza stanno assumendo. Non v’è dubbio che una maggiore sensibilità rispetto ai processi partecipativi e soprattutto maggiori informazione e relazione tra istituzioni avrebbero chiarito non solo i contenuti storici provenienti da un luogo rilevantissimo nella storia mediterranea ma anche la destinazione di quel luogo e dei suoi reperti per una loro migliore conservazione a venire e per una compiuta valorizzazione e ricaduta nella comunità e nel territorio di Villagrande Strisaili.

Giuseppe LOI

Sindaco di Villagrande Strisaili

22/06/2012

LINKS UTILI:

Comunicazione del Sindaco di Villagrande Strisaili

Villagrande Strisaili, complesso di S’Arcu ‘e Is Forros

Un’iscrizione pre-stele di Nora in Ogliastra?

E se Fenici e Shardana fossero lo stesso popolo?

Trovato un secondo Ziggurat Nuragico in Sardegna? (Foto e dettagli)

Misteri di Sardegna: Che ci fa un Nuraghe Sardo in Israele?

Gemellaggio fra Tharros (Oristano e Cabras) e Luxor: a 3284 anni dalla battaglia di Kadesh gli Shardana di nuovo alleati degli Egizi!

Nuragici ed Egizi, stessa matematica e stessa trigonometria per due culture molto vicine

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 181 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Stele Shardana scoperta a Villagrande Strisaili? Più antica di quella di Nora!

    Posted by:

    Una faccenda molto interessante Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Stele Shardana scoperta a Villagrande Strisaili? Più antica di quella di Nora!

    Posted by:

    Il funzionario d\'area della Soprintendenza, che peraltro, si fa notare, non è più la signora Fadda, in pensione dal dicembre 2011, è una persona competente e disponibilissima, e il signor sindaco avrebbe potuto semplicemente chiamarlo per avere ogni informazione in merito. Altrimenti avrebbe potuto parlare con il personale della cooperativa che gestisce il sito, persone anche esse disponibilissime e gentili, che avrebbero volentieri risposto alle sue domande. Per quanto riguarda l\'altare è stato portato a Nuoro, per quanto mi risulta, per motivi di sicurezza, visti i continui furti di beni archeologici in tutta l\'area. Vi rendo noto che solo il mese scorso è stato rubato un menhir lungo 4 metri, ritrovato per fortuna dalla guardia di finanza. I funzionari della Soprintendenza sono disponibili non solo a dare informazioni e a organizzare eventi di comunicazione, ma sarebbero felicissimi , come del resto dice la Carta Italiana del Restauro del 1972, di poter lasciare i reperti nei luoghi di ritrovamento, per questo però andrebbe garantita una guardiania di 24 ore che di solito i Comuni non riescono a fornire, servizio che il Ministero stesso non può garantire in assenza di finanziamenti. La Soprintendenza ha chiesto al Comune di ricoprire, per ragioni di sicurezza statica, parte dello scavo, ma non credo che allo stato attuale questo sia stato fatto; sarebbe bene procedere, onde evitare danni ad un sito nuragico di grande importanza. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Stele Shardana scoperta a Villagrande Strisaili? Più antica di quella di Nora!

    Posted by:

    non mi sembra che il linguaggio civile sia il suo forte, signora Gradoli. Quello che ho scritto è tutto vero, non ho alcun bisogno di ingraziarmi qualcuno alla Soprintendenza. Svolgo onestamente il mio lavoro, e così il funzionario attuale di Nuoro, persona che le consiglio di conoscere di persona prima di ulteriori commenti. Lei continua invece a parlare di una persona che ora è in pensione, ovvero che non lavora più per la Soprintendenza, e che io non ho mai avuto modo di incontrare. Scritto il Date —