Castello di Acquafredda a Siliqua: Storia, Foto e Leggende..

Scritto da: -

Tutto sul Castello di Acquafredda a Siliqua, i ruderi ancora imponenti si ergono su un colle di origine vulcanica al centro della piana, fu il Castello del Conte Ugolino di cui ci parla tanto Dante nella Divina Commedia, tutta la storia e le foto, scopriamole assieme!

Mastio del Castello Acquafredda di Siliqua, si noti la scalinata per arrivare alla struttura

Il Castello di Acquafredda a Siliqua esisteva probabilmente già nel 1215, ma si tende a far risalire la sua costruzioneal 1257 grazie alla famiglia nobile pisana dei Donoratico della Gherardesca, era il periodo della Sardegna Giudicale, un periodo durante il quale forte fu l’influenza Pisana nella nostra isola. Proprio il Castello di Siliqua controllava l’accesso dal Cagliaritano verso la ricca città mineraria di Iglesias (argento, zinco e piombo).

Il più famoso proprietario del Castello di Acquafredda di Siliqua fu il celeberrimo Conte Ugolino, citato da Dante nella Divina Commedia nell’atto di cibarsi dei suoi figli (XXXIII° canto dell’Inferno), una leggenda quella del cannibalismo del Conte che fu poi smentita da successivi studi scientifici sulle sue ossa e dovuta alle tristi vicende familiari (considerato traditore venne rinchiuso con alcuni familiari nella Torre della Muda, di proprietà dei Gualandi, a Pisa e li lasciati tutti morire di fame).

 

Tutto sul Castello di Acquafredda a Siliqua e tantissime foto dal grande fascino:

Il Castello di Siliqua sorge su un colle che è un vero e proprio monumento naturale di origine vulcanica. Il Domo Andesitico di Acquafredda infatti,  deriva la sua struttura dal raffreddamento e dal consolidamento rapido della lava, che, spinta dal basso verso l’uscita di una bocca vulcanica, per la sua viscosità si è ammassata sul posto senza espandersi in superficie, siamo tra i 27,6 e i 27,8 milioni di anni fa!!!!

 

Altra spettacolare visuale del Mastio del Castello Acquafredda di SiliquaCistera sotto le imponenti mura a nord del Castello Acquafredda di Siliqua

Il Mastio e la possente Torre di Guardia del Castello di Acquafredda:

La struttura difensiva del Castello di Acquafredda è piuttosto complessa (vedi una ricostruzione del Castello di Acquafredda) e si sviluppa su più livelli, sulla vetta a 256 metri s.l.m. c’è il cuore della struttura, cioé il Mastio centrale ovvero l’abitazione del Castellano. Aveva due livelli più la sottostante cisterna, rimangono ancora in piedi i prospetti a nord-ovest e sud-est, che si ergono per 20 metri d’altezza con i loro merli guelfi.

Di fronte al mastio svetta ancora possente la Torre di Guardia (248 metri s.l.m.), che i locali chiamano Torre de s’impicadroxiu (Torre dell’impicco), un nome sinistro che molto dice sull’uso della torre stessa probabilmente come prigione.

La Torre di Guardia vista dal Mastio del Castello di Acquafredda a Siliqua

 

La Torre Cisterna a mezza costa:

A circa 200 metri s.l.m. svetta la poderosa struttura muraria della quadrangolare Torre Cisterna che ha la caratteristica di rimanere isolata rispetto alle altre strutture difensive. Inutile dire l’importanza che doveva avere l’acqua per la vita del Castello e della sua guarnigione.

Castello di Acquafredda a Siliqua, panorama dalla Torre Cisterna!

 

Il Borgo militare, la terza linea difensiva:

Sito a circa 154 m s.l.m., il Borgo militare era protetto da un’alta cinta muraria e difeso da tre torri, due delle quali sono ormai andate ditrutte, nell’unica rimanente si può leggervi la struttura su 3 livelli e solai in legno. Nel borgo alloggiavano i soldati, si trovavano i magazzini del Castello, che contenevano dalle armi alle scorte alimentari. Probabile anche la presenza di una chiesa (di Santa Barbara), mai però confermata.

Mura del borgo presso il Castello Acquafredda a Siliqua Abitazioni ed edifici del borgo presso il Castello Acquafredda a Siliqua

 

Il Castello di Acquafredda è visitabile anche per Pasquetta:

Alla base del colle che ospita il parco naturale e archeologico del Castello di Acquafredda (come arrivare al Castello di Acquafredda presso Siliqua) vi è un’ampio bosco nel quale sono stati allestiti dei tavoli per poter mangiare in tutta tranquillità, insomma puiò essere la meta ideale per la vostra gita di pasquetta (vedi l’evento pasquetta al Castello Acquafredda su Facebook, qui invece tutti i consigli di questo blog per la Pasquetta 2011 in Sardegna)!

Così da poter scoprire un mondo unico che mai si immaginerebbe guardando ai pochi ruderi che si possono notare dalla strada, occorre addentrarsi sul colle per poterne cogliere la bellezza, la ricchezza e complessità!

 


Tutte le foto di questo articolo sono state gentilmente concesse a questo blog dalla Cooperativa Antarias che gestisce il sito, nel loro sito ufficiale o nel loro Facebook, oltre ai contatti, potete trovare ulteriori foto!

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Castello di Acquafredda a Siliqua: Storia, Foto e Leggende..

    Posted by:

    Sono andato a visitare il Castello di Siliqua in prima persona e l\'ho fatto ieri notte, la notte di San Lorenzo, alla luce delle torce.. molto bello, molto fascinoso, persino molto romantico.. le guide sono in gamba, è un\'esperienza che vi consiglio assolutamente di fare, specie in notturna. Devo dire che chi conosceva il sito prima che la cooperativa Antarias lo ripulisse e lo rendesse facilmente visitabile rimarrà molto impressionato dal lavoro che hanno svolto. Complimenti :) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Castello di Acquafredda a Siliqua: Storia, Foto e Leggende..

    Posted by:

    BELLISSIMO!IO L\'HO VISTO SEMPRE DALLA STRADA E NE RIMANEVO AFFASCINATA E INCURIOSITA ORA POSSO ANDARE E VISITARLO.GRAZIE ALLA COOPERATIVA ANTARIAS. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Castello di Acquafredda a Siliqua: Storia, Foto e Leggende..

    Posted by:

    é stata veramente un\'esperienza bellissima incamminarsi tra muraglioni e cisterne. Inoltre abbiamo avuto la fortuna di vedere portare alla luce due scheletri di persone seppellite in quel posto: di questo mi piacerebbe sapere perchè sono state seppellite nel castello???Comunque resto sempre dell\'idea che un patrimonio culturale come quello del castello di Acquafredda e come tanti altri patrimoni che noi abbiamo in Italia, se fossero in un altro Paese ci sarebbe stato più interessamento e i monumenti avrebbero certo più valore. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Castello di Acquafredda a Siliqua: Storia, Foto e Leggende..

    Posted by:

    .......meraviglioso!!!!!!!!!!! Scritto il Date —